10 ragioni per le quali la prima esperienza di business fallisce

10 ragioni per le quali la prima esperienza di business fallisceQualcuno ha pensato di elaborare statistiche secondo cui per una nuova azienda che apre ce n’è un’altra che chiude entro cinque anni dall’avvio.

Naturalmente, i veri imprenditori considerano l’ipotesi di un insuccesso come una pietra miliare sulla strada orientata al successo. Fanno affidamento sulla capacità di imparare dai propri errori e sulla possibilità di utilizzare un’esperienza non ottimale per passare all’idea successiva.

Ma perché non imparare dagli errori degli altri? Provo a sintetizzare le 10 principali cause di errore in fase di start-up (e suggerisco idee su come evitarli).

1. Non scrivere un piano

La teoria secondo cui elaborare un business plan sia un’attività che non vale la pena fare è un mito. Al contrario, scrivere un business plan (e scriverne uno di qualità) è il modo migliore per essere sicuri di capire effettivamente come trasformare un’idea in un business vincente.

2. Non prevedere ricavi in maniera attendibile

Sembra una sciocchezza ma ti assicuro che non è così: tante volte vedo business plan in cui i ricavi sono assolutamente sovrastimati. Chi li ha compilati si è convinto così tanto della bontà del suo prodotto che vede un futuro in cui i soldi entreranno in cassa praticamente stando seduti. Se questo è indice di entusiasmo (e, in questo senso, è assolutamente positivo), il rischio è che, appena partiti, si registrino subito problemi di ordine economico e più frequentemente ancora di carattere finanziario.

3. Avere opportunità limitate di business

Non basta una buona idea perché questa si trasformi in un business. Solo perché credi in maniera decisa che il tuo prodotto o il tuo servizio siano ottimi e tutti ne vorranno beneficiare, questo non significa che avrai frotte di clienti. Affidati a chi può eseguire per tuo conto una ricerca di mercato professionale e qualificata e lascia perdere chi può fornirti risultati cui potresti arrivare anche tu intervistando amici e parenti.

4. Avere un’idea che non è possibile eseguire

Il mondo è pieno di persone che hanno in testa una “idea da un milione di euro”. Ma attenzione, perché l’idea, da sola, non basta. L’idea deve tradursi in qualcosa di concreto, deve essere eseguita. Se non hai la capacità di prendere continuamente decisioni (a volte anche difficili), se non vuoi assumerti rischi, se i continui cambiamenti di programma ti destabilizzano, con buona probabilità è meglio lasciar perdere.

5. Avere una concorrenza eccessiva

L’analisi della concorrenza è una dinamica fondamentale. L’assenza di concorrenti è un segnale di pericolo (sei sicuro che il tuo prodotto o il tuo servizio abbiano un mercato vero?). Ma se una semplice ricerca su Google ti consente di individuare dieci o più concorrenti che, in qualche modo, possono aggredire i tuoi stessi clienti potenziali, fa’ attenzione a differenziarti, perché altrimenti il mercato con buona probabilità sarà troppo affollato per te.

6. Non curare le proprietà intellettuali

In ogni momento dell’esecuzione della tua idea, dalle prime mosse in poi, è necessario registrare brevetti, marchi, diritti d’autore, … e stringere accordi di non divulgazione per proteggere i segreti commerciali.

7. Avere un team inesperto

Soprattutto se sei alla ricerca di fondi per partire e non hai esperienza reale (e dimostrabile) nel settore nel quale intendi operare, è bene che ti trovi un partner “rodato”, che possa bilanciare la tua passione e portare esperienza alla tua squadra.

8. Sottovalutare le risorse necessarie

Come detto prima (vedi punti 1. e 2.), il business plan in fase di start-up deve essere uno strumento di lavoro e non può che essere attendibile. Le risorse di cui avrai bisogno non saranno solo di carattere finanziario ma comprenderanno anche i contratti, la comprensione della normativa e della burocrazia, l’accesso ai canali di marketing, … Se non ti senti pronto o preparato per compilare un business plan efficiente, fa’ in modo che un professionista ti dia una mano.

9. Commercializzare in maniera non sufficiente

Ci sono poche certezze per chi decide di fare impresa. Una di queste è che senza un marketing efficace e innovativo il tuo business non potrà decollare. Indipendentemente dai bisogni che il tuo prodotto o il tuo servizio sono potenzialmente in grado di soddisfare.

10. Alzare le mani troppo presto

Non sono pochi i casi in cui le start-up chiudono in tempi rapidi per decisione dell’imprenditore, che si trova presto ad essere stanco, ad arrendersi, a non riuscire a sopportare il carico di responsabilità che fare impresa implica. Credi veramente nel tuo sogno? Se la risposta è sì, devi stringere i denti per poter realizzare la tua visione.

Vuoi condividere questo articolo?

Un commento

  1. [...] Leggi l’articolo completo nel sito originale [...]

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *